PR 2011/2012 Cedacri sposta la frontiera dei pagamenti in mobilità con il nuovo sistema di Mobile Payment


COLLECCHIO 20 NOVEMBRE Cedacri, leader in Italia nei servizi informatici per il settore bancario e le istituzioni finanziarie, annuncia il lancio del suo nuovo sistema di Mobile Payment, che fa leva sulle tecnologie disponibili sui comuni smartphone per consentire agli utenti di effettuare in mobilità, in modo semplice e sicuro, pagamenti di ogni importo. La soluzione Cedacri permette infatti di effettuare transazioni avvicinando semplicemente due cellulari di nuova generazione, quello dell’acquirente e quello del venditore, che possono scambiarsi reciprocamente le informazioni necessarie al perfezionamento dell’operazione tramite una specifica app. In questo modo è possibile effettuare i pagamenti all’interno dei punti vendita senza ricorrere ai POS e senza coinvolgere gli attuali circuiti per il trasferimento di denaro, aprendo così prospettive di nuovi ricavi per chi offre il servizio. La nuova soluzione viene ufficialmente lanciata in occasione di CARTE 2012, la Conference&Expo in corso oggi e domani a Roma che ABI, Consorzio BANCOMAT e ABIEventi propongono come momento di aggiornamento annuale sul tema delle carte e dei sistemi di pagamento innovativi.Nel modello di mobile payment proposto da Cedacri, la transazione si svolge con il supporto di un operatore specializzato nell’erogazione di servizi di pagamento in mobilità: tale operatore riceve l’ordine di pagamento dal dispositivo dell’acquirente e trasferisce l’importo della transazione dal conto a cui si appoggia il compratore a quello del venditore. La piattaforma Cedacri si indirizza dunque sia alle banche interessate a fornire innovativi servizi di pagamento ai propri clienti sia ad organizzazioni extrabancarie che vogliano operare come payment institution, offrendo a operatori di molteplice natura la possibilità di differenziarsi rispetto alla concorrenza attraverso l’erogazione alla clientela di un servizio più ricco sul fronte dei pagamenti. Con disponibilità da gennaio 2013, la piattaforma Cedacri si distingue da un lato per velocità di esecuzione e semplicità d’uso, in modo da favorirne l’impiego per i micro-pagamenti, e dall’altro per misure di sicurezza adatte a transazioni di importo rilevante: ciò rassicura i potenziali acquirenti che vogliano ricorrere a questo tipo di pagamento anche nel caso di spese di un certo valore. Le funzionalità di sicurezza proposte sono infatti quelle già integrate nella soluzione di Mobile Banking che Cedacri offre alle proprie banche clienti.La comunicazione tra i due dispositivi può avvenire tramite due diverse tecnologie. La prima è la cosiddetta NFC (Near Field Communication), che consente di mettere in comunicazione due dispositivi attraverso un particolare chip sempre di più montato sui comuni smartphone. Facendo leva su questo tipo di tecnologia, il terminale dell’acquirente, avvicinato a quello del venditore, riceve da quest’ultimo i dati relativi alla transazione; il dispositivo del cliente genera a quel punto un ordine di pagamento e lo invia all’operatore che eroga il servizio di mobile payment, il quale in tempo reale notifica all’esercente l’avvenuto pagamento. Per i dispositivi che non dispongono di chip NFC, come ad esempio gli iPhone, il sistema di mobile payment di Cedacri fa leva sulla tecnologia dei QRCode. In questo caso la comunicazione fra i due dispositivi avviene tramite le lettura ottica di un codice bidimensionale attraverso la videocamera del telefono. Il sistema del venditore produce un QRCode univocamente collegato alla transazione da concludere; una volta che tale codice viene letto dal dispositivo del cliente, esso genera un’autorizzazione al perfezionamento del pagamento indirizzata all’operatore di servizi di mobile payment, che porta a conclusione la transazione.“Grazie alla sua versatilità, la soluzione Cedacri si presta a molteplici applicazioni, che non si limitano al solo impiego nei classici esercizi commerciali: può arricchire infatti la componente di servizio fornita agli utenti finali da parte di edicole, distributori di benzina, piccoli e grandi ristoratori, punti vendita della GDO, portali di e-commerce”, commenta Salvatore Stefanelli, Direttore Generale di Cedacri. “Gli operatori bancari ed extrabancari che sceglieranno il sistema Cedacri potranno dunque rivolgersi a un ampio bacino di possibili esercenti con la loro proposta di servizi di mobile payment, aprendosi così a nuove interessanti prospettive di business nell’ambito dei sistemi di pagamento”.CedacriIl Gruppo Cedacri, focalizzato sullo sviluppo di soluzioni di outsourcing, occupa una posizione di leadership nel mercato garantita da più di 150 clienti tra banche, istituzioni finanziarie, e aziende industriali, ai quali è in grado di fornire una gamma completa e integrata di servizi: full outsourcing, applicazioni software e system integration, facility management, business process outsourcing, carte di pagamento e business information. Con 40 milioni di transazioni gestite giornalmente, 40.000 utenti utilizzatori del sistema, 30.000 Mips di potenza elaborativa mainframe e 4.000 server, i data center di Cedacri si collocano ai primi posti tra i data center italiani. Il fatturato consolidato 2011 si è attestato sui 264,5 mln di euro. Cedacri è certificata ISO 9001: 2008, ISO/IEC 27001: 2005 e ISAE 3402 Type Two.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet