FEDAGRI : DAL 2006 AL 2010 CRESCIUTE DEL 30% LE VENDITE NEGLI SPACCI DELLE COOPERATIVE ADERENTI AL CIRCUITO QUI DA NOI – COOPERATIVE AGRICOLE’ IN EMILA ROMAGNA


parma 20 giugno La rete dei punti di vendita diretta cooperativi ‘Qui da noi’ si allarga, con un nuovo negozio inaugurato a Vairo, in provincia di Parma. Ad aprirlo oggi è la Latteria sociale Val d’Enza, aderente a Fedagri-Confcooperative, che trasforma il latte degli allevatori dei comuni montani di Palanzano e Monchio delle Corti, in Parmigiano Reggiano. “L’apertura di questo nuovo punto vendita cooperativo in un territorio di montagna – ha detto Maurizio Gardini, presidente di Fedagri-Confcooperative nel corso della tavola rotonda “Il Valore della cooperazione in montagna: oggi e domani” svolta in occasione dell’inaugurazione – è un esempio di buona cooperazione, volto a sostenere il reddito e l’aggregazione sociale anche delle zone svantaggiate di montagna, a presidio del loro sviluppo economico. La formula ‘Qui da Noi’, che sta confermando il suo successo, è un altro strumento a disposizione di Fedagri per promuovere e valorizzare la produzione cooperativa verso i consumatori, sempre più alla ricerca di prodotti di qualità venduti ad un giusto prezzo”.“Il progetto – ha aggiunto Antonello Ciambriello, responsabile nazionale rete ‘Qui da Noi’ – ad oggi vanta 180 cooperative e oltre 320 tra spacci aziendali e punti vendita aderenti, per una superficie complessiva di oltre 32.500 metri quadrati, che operano su tutto il territorio nazionale. Solo nel 2010 ad acquistare prodotti nei nostri spacci sono stati oltre 2 milioni di consumatori espressione prevalentemente delle comunità locali ma anche di turisti e gruppi di acquisti organizzati”.Da un’indagine svolta da Fedagri-Confcooperative Emilia-Romagna è emerso che in questa regione, tra il 2006 e il 2010, nonostante la crisi economica, le vendite negli spacci cooperativi sono cresciute di circa il 30%. “Occorre investire sulle filiere, unico modo per rendere più efficiente ed efficace la nostra agricoltura – ha sostento Tiberio Rabboni, assessore all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna. – dal canto suo la Regione con la scelta di destinare il 40% delle risorse del Psr alle realtà produttive dei territori di montagna, ha dato un segno tangibile a sostegno del settore. Gli investimenti realizzati dalla Latteria Val d’Enza, sostenuti proprio dal Psr, ne sono una testimonianza così come va in questa direzione l’impegno dei suoi soci di voler contribuire alla crescita economica locale”.“Il punto vendita vuole essere luogo privilegiato di incontro tra il sistema produttivo e il consumatore – ha affermato Paolo Barlesi il presidente della cooperativa – sarà questo il suo valore aggiunto, così come lo è il ruolo centrale che la Latteria stessa ha assunto negli anni nella vita della comunità in cui opera”. La cooperativa casearia Val d’Enza, che conta 11 soci, lavora circa 37.000 quintali di latte all’anno e produce circa 20 forme di Parmigiano al giorno. Nel nuovo punto vendita è possibile acquistare anche altre tipologie di formaggi come quelli misto pecora, pecorino, caprino, formaggi fusi e burro. Ampia, inoltre, la scelta dei salumi, dal prosciutto di Parma, al salame nostrano Zibello, dalla coppa al finocchietto con cotenna, dal culatello alla pancetta. Completano l’assortimento una straordinaria gamma di vini tra cui la Doc “Colli di Parma”, il Lambrusco dell’Emilia, gli Igt della Lunigiana e gli Igt della Toscana, oli extravergine di oliva e prodotti trasformati ortofrutticoli come il nettare di more e mirtilli biologici e il miele di acacia e di tiglio. L’elenco completo dei punti vendita e l’offerta di prodotti sono consultabili sul portale www.quidanoi.coop dove è possibile effettuare anche specifiche ricerche per regione e/o per prodotto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet