GRANE A ROMA PER LA PARMALAT


ROMA 2 GIUGNO Entro 60 giorni il Comune di Roma dovra’ attivare le procedure per riacquisire la titolarita’ del pacchetto azionario di controllo della Centrale del Latte di Roma, oggi nel portafoglio di Parmalat. Lo ha stabilito, come apprende Radiocor, la Seconda sezione del Tar del Lazio, disponendo che il Campidoglio dichiari la nullita’ degli atti negoziali con cui nel 1998 cedette il 75% della Centrale del Latte alla Cirio di Sergio Cragnotti, quota rivenduta, grazie a una transazione col Comune, un anno piu’ tardi alla Parmalat di Calisto Tanzi. Il Tar ha accolto in parte il ricorso per l’ottemperanza alla sentenza del Consiglio di Stato del 1 marzo 2010 presentato dalla societa’ Ariete Fattoria Latte Sano che nel 1998 era in lizza per l’acquisto della Centrale. Il Tar ha anche stabilito che, una volta riacquisito il pacchetto di maggioranza della Centrale, il Comune di Roma non sara’ obbligato a indire una nuova gara per cedere la Centrale, ma potra’ scegliere come disporne nel pubblico interesse. Il Tribunale amministrativo ha infine ordinato al Campidoglio di pagare ad Ariete Fattoria Latte Sano un risarcimento del danno, in via equitativa, di 8 milioni di euro piu’ gli interessi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet