LACTALIS CI RIPROVA CON PARMALAT


COLLECCHIO 2 MARZO La negatività di Piazza Affari si riflette quest’oggi anche su Parmalat (MDD: PLT.MDD – notizie) che tuttavia riesce a fare meglio dell’indice delle blue chips. Il titolo viene scambiato negli ultimi minuti a 2,238 euro, con un calo dello 0,53% e circa 12 milioni di azioni passate di mano fino ad ora. Parmalat cerca di limitare le perdite in attesa dei risultati del 2010 che saranno diffusi in giornata e dai quali Equita SIM si attende un utile netto in flessione del 47% a 273 milioni di euro e un’Ebit in calo del 47% a 350 milioni di euro. Intanto alcune indiscrezioni di stampa parlano di un possibile interesse di Lactalis per il gruppo di Collecchio. I francesi starebbero puntando al pacchetto del 15% di Parmalat posseduto dai fondi stranieri e sarebbero disponibili ad offrire un congruo premio per questo. Gli analisti di Equita SIM parlano di un’ipotesi poco fondata e ritengono il progetto Lactalis poco credibile, perchè difficilmente i tre fondi possono temere una sconfitta a tal punto da accontentarsi di un premio, rinunciando alla storia di ristrutturazione per la quale si sono attivati. Non cambia nel frattempo la strategia della SIM milanese che consiglia di acquistare Parmalat con un prezzo obiettivo a 2,8 euro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet