Barilla vince in Tribunale contro Plasmon


PARMA 19 GENNAIO Il Tribunale di Milano ha confermato il provvedimento d’urgenza pronunciato in data 3 dicembre 2011 che ha giudicato «illecita la pubblicità comparativa di Plasmon nei confronti di Barilla, perché raffronta prodotti tra di loro non omogenei, oltre che denigratoria ed ingannevole».
Il provvedimento è comunque reclamabile, precisa una nota in cui Barilla esprime «la propria soddisfazione per questa ordinanza che conferma la correttezza del suo modo di operare e ripristina la verità sui fatti». L’azienda Plasmon, nell’apprendere la decisione del Tribunale fa sapere in una nota che «pur non condividendo i contenuti e le motivazioni della decisione, si atterrà strettamente al disposto», e «si riserva altresì ogni azione nelle competenti sedi».
L’azienda fa inoltre presente che «il Giurì dell’ Autodisciplina Pubblicitaria, pur correggendo alcune affermazioni di modesto rilievo, aveva testualmente sancito in data 20.12.2011 il principio di liceità e correttezza della pubblicità comparativa Plasmon così come impostata». Infine, conclude la nota, «si ritiene che sia una importante vittoria per i consumatori il fatto che, in ogni caso, Barilla si è impegnata ad apporre sulle confezioni della linea ‘Piccolini’ la dizione ‘per consumatori sopra i 3 anni’».

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet