PIZZAROTTI REALIZZA NUOVI OSPEDALI IN TOSCANA


PARMA 18 LUGLIO L’impresa Pizzarotti di Parma ha appena ultimato l’Ospedale San Jacopo di Pistoia, la nuova struttura sanitaria pubblica – ribattezzata in onore del Santo Patrono della città toscana – che dopo oltre 700 anni manda in pensione l’antichissimo Ospedale del Ceppo , per un costo complessivo di circa 82 milioni di euro. Pizzarotti & C., insieme ad Astaldi e Techint – Compagnia Tecnica Internazionale (consorziatesi nella società Sat Spa), è il general contractor che ha curato la realizzazione della struttura. Ultramoderno, accogliente e funzionale, il San Jacopo – 400 posti letto, 12 sale operatorie, 20 posti di Osservazione Breve Intensiva e 26 posti di dialisi – rivolgerà le migliori tecnologie alla cura della persona a 360 gradi. La scarsa impronta idrica, il profilo hi-tech di ogni singolo strumento diagnostico e il rispetto dei più avanzati standard normativi in fatto di evacuazione o antincendio fanno inoltre del San Jacopo, 110 mila mq di superficie e mille posti auto, un prototipo di sanità del futuro. L’ospedale pistoiese rientra infine nella più ampia iniziativa – sempre affidata a Sat Spa – della realizzazione e successiva gestione degli Ospedali Toscani: quattro nuovi presidi sanitari dislocati a Massa-Carrara, Lucca, Pistoia e Prato, realizzati dai privati con il contributo pubblico dello Stato e delle Aziende Sanitarie Locali di riferimento. Finanziati, progettati e costruiti sulla base di un’unica operazione finanziaria sottoscritta con le Asl territoriali e con il coordinamento del Sior (Sistema Integrato Ospedali Regionali), i quattro ospedali renderanno disponibili in totale più di 1.710 posti letto, 52 sale operatorie, 120 unità per dializzati, 20 sale parto e 4.275 posti auto, su una superficie complessiva di oltre 200.000 mq. L’investimento per la progettazione e la costruzione ammonta a circa 355 milioni di euro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet