ASSICA TOGLIE I SALUMI A CIBUS E LI PORTA A TUTTOFOOD (FIERA MILANO)


PARMA 17 GENNAIO Accordo raggiunto tra Assica e Fiera Milano. L’ente fieristico e l’associazione di categoria delle industrie che lavorano carni di Confidustria hanno siglato un contratto in esclusiva, in vigore fino al 2021. Con questa partnership, Assica sceglie come fiera nazionale di riferimento Tuttofood. Dove gli associati e le altre aziende del comparto avranno a disposizione un intero padiglione di 20mila metri quadrati. A determinare l’esito positivo della trattativa sono state l’ampia piattaforma estera di Fiera Milano, la vocazione internazionale della manifestazione milanese e la sua concomitanza con l’Expo 2015, ritenuto un evento chiave per la promozione del Made in Italy alimentare nel mondo. La presidente di Assica, la reggiana Lisa Ferrarini, non ha mancato di sottolineare l’importanza dell’accordo in chiave export: “La partnership con Fiera Milano nasce dalla centralità che ha oggi la proiezione internazionale delle nostre imprese. Ancora più che negli anni passati appare assolutamente chiaro come il nostro futuro passi dalla capacità di crescere all’estero”. Le ha fatto eco l’amministratore delegato di Fiera Milano, Enrico Pazzali: “Una scelta lungimirante e coraggiosa quella di Assica che serve soprattutto a supportare le imprese italiane a trovare quel sentiero di crescita nell’export di cui il nostro Paese ha bisogno. Infatti potrà usufruire della nostra rete estera, attraverso la manifestazione Food Hospitality World (attiva in Brasile, Cina, India) e le sedi di Fiera Milano nel mondo.” (Fiera Milano, tramite Tuttofood (la manifestazione biennale dedicata al business agroalimentare), ha siglato un accordo con Assica, l’associazione che riunisce gli industriali della carne e dei salumi. L’associazione confindustriale delle carni e dei salumi, scrive MF, al fine di promuovere la produzione nazionale a un vasto pubblico internazionale, ha scelto la manifestazione milanese Tuttofood come esposizione di riferimento. Il contratto prevede un’esclusiva fino al 2021 e mettera’ a fattor comune il know-how delle due realta’ che insieme realizzeranno iniziative dedicate, per accompagnare le aziende del settore all’appuntamento con la manifestazione, dove gli associati Assica e le altre aziende avranno a disposizione un’ampia area. La notizia e’ ovviamente positiva per la societa’ guidata da Enrico Pazzali, non solo per l’operazione in se’, ma soprattutto perche’ Assica aveva precedentemente un accordo con Cibus, la manifestazione organizzata dalla Fiera di Parma da sempre in competizione con l’evento milanese. In giugno era stata invece l’industria dei dolci a lasciare Parma per Milano grazie all’intesa fra Tuttofood e Aidepi per l’organizzazione di Dolce Italia. Una scelta legata probabilmente anche a Expo 2015.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet