Servizi Italia: utile netto 2012 sale a 9,5 mln (+175% a/a)


soragna 15 marzo Servizi Italia (controllata da Coopservice di Reggio Emilia) ha chiuso il 2012 con un utile netto pari a 9,5 mln euro, in aumento del 175% rispetto ai 3,5 mln del 2011. Il Cda proporra’ all’assemblea la distribuzione di una cedola pari a 0,13 euro per azione per un importo massimo di 3.534.545 euro; il dividendo sara’ posto in pagamento a partire dal 3 maggio.I ricavi, informa una nota, si attestano a 210,6 mln (+6,9% a/a), L’Ebitda a 60,4 mln (+10,9% a/a) e l’Ebit a 17,2 mln (+68,8% a/a). L’indebitamento finanziario netto passa a 60,1 mln, dai 74,9 mln del 31/12/11.Per il 2013 il gruppo si pone come obiettivo il mantenimento dei livelli di redditivita’ del business, con la riduzione di costi e la ricerca di efficienze produttive attraverso sinergie e riorganizzazione delle societa’ del gruppo. Positivi risvolti sulla liquidita’ delle aziende appartenenti al settore si potrebbero manifestare, a partire dal 2013, con l’attuazione della direttiva europea che prevede l’obbligo entro il 2013 della Pubblica amministrazione di onorare i futuri pagamenti entro 60 giorni.Luciano Facchini, a.d. di Servizi Italia, ha dichiarato che “nel contesto economico finanziario di crisi e di recessione in cui versa il Paese, i positivi risultati che abbiamo ottenuto nel 2012 sono frutto delle scelte a suo tempo definite e realizzate nel corso di quest’ultimo biennio. Abbiamo raccolto dunque, quello che abbiamo seminato negli anni precedenti effettuando operazioni di ristrutturazione organizzativa ed industriale e, nel contempo ritenuto opportuno investire le risorse generate in investimenti ‘strutturali’, per il consolidamento della posizione di leadership e per un costante efficientamento del gruppo. Questo ci ha permesso di reagire al contesto di mercato e alle iniziative di ‘spending revue.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet