In azione a Parma falsi funzionari dell’Agenzia delle Entrate: attenzione alle truffe


parma 13 febbraio Abbonamenti a riviste inesistenti, finti bollettini per il pagamento del canone Rai, ma anche un fantomatico software in grado di evitare i controlli fiscali. Sono questi i tentativi di truffa segnalati all’Agenzia delle Entrate, che hanno riguardato nelle ultime settimane i cittadini di Parma e provincia.Diversi contribuenti – tutti titolari di partita Iva – hanno segnalato di essere stati contattati telefonicamente da sedicenti funzionari dell’Agenzia delle Entrate che offrivano, sotto forma di abbonamento, servizi di informazione sulle novità fiscali e sulle scadenze del pagamento dei tributi.In altri casi i truffatori, anch’essi spacciandosi come funzionari dell’Agenzia, hanno avvicinato gli ignari cittadini per notificare presunti verbali di “mancato pagamento” del canone Rai, con l’obiettivo di riscuotere la cifra in contanti, quando invece gli stessi avevano regolarmente versato la propria quota.Infine, la Federazione Italiana Tabaccai segnala che diversi esercizi affiliati hanno ricevuto la visita di falsi funzionari, tali “Sig. Ricci” e “Sig. Parisi”, i quali proponevano agli esercenti l’acquisto di un software in grado di renderli invisibili ai controlli fiscali, in cambio del pagamento in contanti di una somma di denaro.L’Agenzia delle Entrate ricorda a tutti i contribuenti che nessun pagamento è richiesto dai propri funzionari presso abitazioni o esercizi commerciali e che le riviste pubblicate sono tutte gratuite e scaricabili on line all’indirizzo www.agenziaentrate.it.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet