Servizi Italia: utile netto al 30/9 cala a 3,5 mln


soragna 10 novembre-Nei primi nove mesi dell’anno. Servizi Italia ha riportato un utile netto in calo a 3,5 milioni di euro (10,6 mln al 30/9/10) e ricavi consolidati in crescita a 148 milioni (144,5 mln).Il risultato dello scorso anno, ricorda tuttavia una nota, beneficiava di 2,1 milioni per effetto dell’esclusione dall’imposizione sul reddito d’impresa del 50% del valore degli investimenti in nuovi macchinari.L’Ebitda adjusted e’ salito a 43,9 milioni (43 mln), mentre l’Ebit si e’ attestato a 9,1 milioni (15,8 mln) dopo accantonamenti, ammortamenti e svalutazioni per 32,8 milioni. Hanno inciso, in particolare, sia i maggiori ammortamenti relativi all’avvio del complesso industriale di Genova Bolzaneto e della centrale di sterilizzazione di Palermo (1,4 mln), sia la svalutazione del credito nei confronti della Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor (2,8 mln), nonche’ un minor incasso di interessi di mora.La posizione finanziaria netta resta negativa e peggiora a -73,1 milioni (-65,9 mln al 31/12/10). L’incremento dell’indebitamento finanziario netto e’ determinato, principalmente, dal finanziamento degli investimenti relativi alla costruzione dello stabilimento di Genova Bolzaneto, al completamento della centrale di sterilizzazione di Ferrara e all’acquisto dei ferri chirurgici collegati ai nuovi appalti con la Asl 10 Firenze e Cona Ferrara.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet