SECONDO LA BARILLA Pubblicità Plasmon scorretta, ingannevole ed eticamente inaccettabile


PARMA 1 DICEMBRE Con riferimento alla pubblicità Plasmon pubblicata ieri, Barilla prende atto diun’azione grave e sleale, contraria a tutti i principi di un’informazione chiara e corretta e contraria alla sanaconcorrenza ed etica comportamentale.Tutti i prodotti alimentari sono regolamentati da precise norme internazionali e nazionali che definiscono inmodo preciso i necessari livelli di sicurezza alimentare a completa garanzia della salute delle persone. I prodottidestinati ad un consumo particolare, come per la fascia di età da 0 a 3 anni, sono soggetti ad un regolamentospecifico.Plasmon ha comparato prodotti destinati a consumatori differenti, soggetti quindi a normative diverse especifiche, con l’intento chiaro di fare leva sulla emotività delle mamme con la conseguenza di creare in loro unsenso di panico non giustificato e corretto.In particolare nei fatti: nessuno dei prodotti Barilla è rivolto specificatamente ai bambini da 0 a 3 anni; perquesto motivo è assolutamente scorretto e ingannevole confrontare pasta per bambini per l’infanzia con pastache è destinata a uso corrente per tutta la famiglia.Ancora più nello specifico, la comunicazione di Plasmon è da ritenersi illegale per i seguenti motivi:- Plasmon ha comparato prodotti che sono destinati a fasce di consumatori differenti e che, di conseguenza,sono sottoposti a norme vigenti diverse;- I prodotti Plasmon, che sono specificamente destinati all’infanzia, sono sottoposti alla Direttiva 2006/125/CE,che ne definisce precisamente caratteristiche e limiti;- Il prodotto Barilla comparato è un prodotto ad uso corrente, destinato a tutta la famiglia ma con esclusionedegli infanti da 0 a 3 anni, come tale sottoposto ad una legislazione del tutto differente, rispetto alla qualeBarilla rispetta tutti i limiti di legge, fra l’altro per quanto attiene la qualità e la sicurezza.La fiducia che tantissime mamme ci accordano ogni giorno da oltre 130 anni è la diretta dimostrazione che leloro scelte sono fatte con consapevolezza e conoscenza della qualità dei prodotti Barilla. Una pubblicitàcomparativa scorretta e ingannevole non aiuta a decidere quali prodotti arrivano sulle tavole delle persone,tantomeno una comparativa ingannevole, scorretta ed eticamente biasimevole.A tal proposito, Barilla difenderà in ogni sede competente la propria immagine e diffida chiunque dal diffondereulteriori notizie illegali e denigratorie.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet