Possibile ripresa dell’auto: +10% nel 2013


BOLOGNA, 3 DIC. 2012 – Se dalle elezioni di primavera arriverà una ripresa della fiducia, nel 2013 il mercato delle auto potrebbe risalire a 1.550.000 unità, in rialzo del 10,7% sul 2012, ma con un calo del 34% sulla media annua del periodo ante-crisi. Lo ha detto a margine della conferenza stampa di apertura del Motor Show di Bologna il presidente del Centro Studi Promotor GL events Gian Primo Quagliano.Nel frattempo, però, rivela Quagliano, "a novembre il calo del mercato dell’auto non dovrebbe subire un andamento molto diverso da quello dei mesi scorsi, quando aveva registrato flessioni intorno al 20%, a parte la risalita di ottobre. Dipenderà però dall’andamento dei Km zero". Ma "a gennaio potrebbe già esserci qualche piccola crescita". Il presidente ha precisato che "il mercato di questo mese si confronterà con un mercato particolarmente depresso poiché il calo a due cifre è iniziato proprio a novembre 2011". A gennaio quindi, "se i consumatori saranno meno spaventati ci potrà già essere qualche piccolo dato in crescita", rilevando che la "ricchezza degli italiani è pur sempre di 9 miliardi di euro". "Chi parla di demotorizzazione, chi ipotizza scenari catastrofici per il futuro dell’auto condiziona pesantemente non solo le decisioni di acquisto dei consumatori, ma anche le politiche della pubblica amministrazione". Lo ha concluso il presidente del Centro Studi Promotor GL events secondo cui "le prospettive del mercato mondiale dell’auto sono di una lunga e prolungata crescita".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet