Porto Ravenna, movimentate 26 milioni di tonnellate


Nel 2017 il porto di Ravenna ha movimentato in totale 25,99 milioni di tonnellate di merce, dato sostanzialmente analogo a quello del 2016 (+0,1%), mentre è cresciuto sensibilmente il traffico di crocieristi: lo scorso anno sono sbarcati nello scalo romagnolo 50.133 passeggeri (+9,9% sul 2016) per un totale di 48 toccate di navi da crociera (+9,1%). Nel dettaglio, sul versante merci sono cresciute sia le rinfuse liquide, con un +3,3% rispetto al 2016, che le rinfuse solide, i cui traffici sono aumentati del 4,8% su base annua, con un incremento particolarmente marcato dei materiali da costruzione (+13,3%) registrato grazie al traffico record delle materie prime per la produzione di ceramiche del distretto di Sassuolo (+12% e valore più alto dal 2005). Sono invece calate le movimentazioni complessive di carichi rotabili, ovvero trailer e semirimorchi, pari a 74.806 unità (-5,4%). In diminuzione anche il traffico di container, che nel 2017 si è attestato a quota 223.369 TEUs, il 4,8% in meno rispetto all’anno precedente. “I dati della movimentazione in porto nel 2017 mostrano che il traffico ancora ‘tiene’ e l’anno si chiude con numeri che si attestano su quelli del 2016” ha commentato il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Daniele Rossi. “La flessione dei container conferma la necessità di accelerare con la realizzazione degli investimenti già programmati. Quanto previsto nel Progetto Hub portuale di Ravenna, ormai alle battute finali del suo percorso autorizzativo, avrà ricadute positive sull’attività di tutti i terminal e contribuirà alla crescita di ogni tipo di traffico”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet