Porto Ravenna, arrivano 22,6 milioni


Per il porto di Ravenna arriva l’intesa da 22,6 milioni di euro tra Regione Emilia-Romagna, Autorità portuale, Rfi e Comune per quattro interventi sull’intermodalità ferroviaria. “Il porto è strategico, non voglio neanche pensare che il Governo non ne confermi la strategicità”, spiega il presidente, Stefano Bonaccini, annunciando per la prossima settimana un incontro con il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio. “Occorre capire cosa succede per le Ap”, aggiunge evitando le polemiche tra il presidente di Ap Ravenna, Galliano Di Marco, e la locale Confindustria, sul progetto per l’hub portuale: “L’obiettivo – rimarca – è andare avanti con il Progettone e dopo l’incontro con il governo ci sarà maggiore chiarezza”. Insomma il Candiano resta una priorità per la Regione e la sensazione è che anche il ministro Delrio la pensi così. I 60 milioni di euro finanziati dal Cipe per l’approfondimento de fondali, aggiunge l’assessore regionale ai Trasporti, Raffaele Donini, “non sono in discussione. Delrio chiede semplicemente uno sforzo di sintesi sulle priorità”.

Gli interventi infrastrutturali per l’accessibilità ferroviaria al porto di Ravenna prevedono: prolungamento del tracciato ferroviario del raccordo in destra Candiano fino all’area del nuovo terminal Container, da realizzare nella penisola  Trattaroli; soppressione del passaggio a livello di via Canale Molinetto e realizzazione del sottopassaggio carrabile;  allungamento dell’attuale sottopassaggio pedonale di stazione per renderlo passante, con uscita in prossimità della testata del canale Candiano; adeguamento alla sagoma del cavalcaferrovia “Teodorico”, per consentire il passaggio dei treni caricati con container di grandi dimensioni (High Cube), dei semi-rimorchi e della cosiddetta “Autostrada viaggiante” (Tir fino a 4 metri di altezza, completi di motrice e rimorchio, caricati su speciali carri merci). L’investimento complessivo è di circa 22,6 mln di euro, così ripartiti: Rete Ferroviaria Italiana (11,5 mln), Comune di Ravenna (100mila euro), Autorità Portuale (6 mln). All’Unione Europea sarà richiesto un contributo del 30%.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet