Pomodoro da industria, trovato accordo


L’ANICAV esprime piena soddisfazione per la sottoscrizione dell’Accordo Quadro per la gestione della prossima campagna nel Bacino del Nord.

“Si tratta di un’intesa positiva – dichiara Bruna Saviotti, coordinatrice del Comitato territoriale del Bacino del Nord di ANICAV – giunta dopo un’intensa trattativa con la parte agricola, che ha portato alla firma di un Accordo che valorizza ancora di più, rispetto agli anni passati, la qualità del pomodoro.”

L’Accordo Quadro contiene, infatti, un aspetto di novità di grande interesse che prevede l’attribuzione di un premio al pomodoro il cui grado brix sarà compreso fra 4,8 e 5,2 ed una maggiore penalizzazione per i brix più bassi.

“Aver spinto sull’aspetto della qualità – continua Bruna Saviotti – costituisce, per le nostre aziende, un importante elemento di garanzia e di competitività soprattutto nei confronti degli altri Paesi produttori, anche tenuto conto della non semplice situazione mercantile che caratterizza il comparto a livello internazionale.”

“L’Accordo del bacino Nord – afferma Giovanni De Angelis, Direttore Generale di ANICAV – dimostra che il dialogo costante tra parte agricola e parte industriale è fondamentale per il raggiungimento di obiettivi condivisi: solo una filiera coesa, infatti, potrà garantire le condizioni necessarie a dare maggiore slancio al settore della trasformazione del pomodoro.”

“L’auspicio – dichiara Antonio Ferraioli, Presidente di ANICAV – è che si arrivi in tempi brevi a chiudere l’accordo anche nel bacino Centro Sud. Sarà necessario un allineamento e una omogeneizzazione tra i due bacini produttivi, pur nel rispetto delle peculiarità che caratterizzano l’area Centro Sud, affinchè si possa lavorare congiuntamente per lo sviluppo del comparto del pomodoro da industria italiano”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet