Polo Mancasale, firma con la Regione


E’ pronto al decollo operativo un piano per potenziare l’area produttiva di Mancasale e farla diventare un efficiente “Parco Industriale” dotato delle infrastrutture, delle connessioni e dei servizi più avanzati. Il piano di rigenerazione da polo produttivo, ormai storico, alle porte di Reggio Emilia, e fra i più estesi della regione Emilia Romagna (tre milioni di metri quadrati e 550 aziende), a Parco Industriale. Un Parco rigenerato sotto i profili urbano, architettonico e ambientale, dotato di aggiornate e più diffuse reti infrastrutturali (videosorveglianza) e tecnologiche (banda larga), di migliori servizi a sostegno della visibilità delle aziende presenti, per trasformarsi progressivamente in area ecologicamente attrezzata è la seconda vita dell’area produttiva di Mancasale che d’ora in poi sarà il Parco Industriale “Mancasale 2020”. Tutto questo a significare lo standing europeo di un polo che dista 1 minuto dal casello autostradale A1 e 1 minuto dalla stazione Mediopadana dell’Alta Velocità” ha detto il Presidente della Regione Stefano Bonaccini ringraziando la Brevini (che nell’area ha insediato l’Headquarters Brevini Fluid Power la Brevini Hoisting & Winches) per l’ospitalità. “Siamo orgogliosi di ospitare la firma di questo importante accordo – ha commentato il presidente Renato Brevini – dopo molti anni di disinteresse verso questo importante polo industriale l’investimento annunciato da Regione E-R, Comune e Provincia di Reggio Emilia con il supporto di tutte le associazioni imprenditoriali si basa sui tre punti fermi che servono oggi alle imprese per essere competitive nel mondo: sicurezza, connettività e qualità urbana. E’ un investimento che crea valore per le imprese che operano e a loro volta investono in quest’area e apre le porte a nuove opportunità di sviluppo per aziende come Brevini che operano quotidianamente sui mercati mondiali e hanno sempre più bisogno di servizi avanzati e di infrastrutturazioni orientate alla sicurezza, alla sostenibilità energetica – ambientale e alla velocità dei collegamenti informatici”.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet