Carpi, il nuovo polo del Marchesini Group


E’ nato a Carpi il più grande polo italiano della termoformatura al cui interno si produrrà una parte significativa delle macchine per confezionare i farmaci che saranno venduti nei prossimi anni in Italia e nel mondo. A realizzarlo Marchesini Group che ha riunito in un’unica sede tutti i suoi stabilimenti produttivi carpigiani. Un investimento quello del Gruppo Marchesini di 14 milioni di Euro, un ambiente unico per grandezza e tecnologie utilizzare. Per realizzarlo hanno lavorato trecento persone, altre 150 saranno stabilmente impiegate al suo interno una volta che la fabbrica sarà a regime e altre 50, soprattutto tecnici e ingegneri verranno assunte nei prossimi mesi.
La Packaging Valley Emilia Romagnala, che contribuisce a creare una buona parte di quei 6,1 miliardi di fatturato del packaging italiano, segna così un altro passo importante. Un settore quello del confezionamento farmaceutico che non ha mai praticamente rallentato durante la crisi, grazie alla sua capacità di realizzare macchinari altamente tecnologici, artigianali e competitivi al livello mondiali.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet