Più iscritti e meno fuori corso, l’Ateneo di Modena e Reggio va controcorrente


©Trc-Telemodena25 AGO. 2009 – Il 31 luglio scorso si è ufficialmente chiuso l’anno accademico che, anche per l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, rappresenta sempre un momento di riflessione importante, utile per fare il punto della situazione e delle prospettive dell’Ateneo. Positivi i dati: in controtendenza rispetto alla situazione nazionale, infatti, cresce il numero degli studenti che frequentano i corsi di laurea. Con oltre 19mila iscritti a fine luglio, l’Ateneo mette a segno un incremento dell’1,69%, sostenuto soprattutto dalla crescita degli iscritti alle lauree specialistiche e magistrali e da quelle a ciclo unico. Significativo anche il decremento del numero dei fuori corso, scesi dell’1,10%, mentre cresce la presenza di iscritti fuori regione e stranieri. Infine una curiosità: tra le facoltà salgono come numero di studenti quelle di Scienze della formazione ed Agraria, mentre calano Giurisprudenza e Scienze della comunicazione e dell’economia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet