Pil, in Emilia Romagna il più alto


Secondo l’ultimo rapporto del Fondo Monetario, l’Italia nel 2016 crescerà dello 0,8%, il dato fra i peggiori dei più industrializzati e sotto la media Ue (+1,7%). Ma non in tutto il paese va così. Perchè il sud cresce della metà rispetto al Nord. E al nord quindi si trovano anche buone perfromance. Non solo, la regione leader per una volta non è la Lombardia (+1%), ma l’Emilia Romagna (+1,1%), in pratica ai livelli della Francia (+1,3%). Anche se Milano e il suo hinterland si confermano tra le aree metropolitane più ricche d’Europa. A combattere la crisi sono i distretti, fiore all’occhiello della manifattura. Nel secondo trimestre del 2016 – secondo l’ultimo rapporto di Intesa Sanpaolo – hanno cominciato a dare un primo segnale di ripresa le esportazioni. Tra i settori in crescita oltre all’agroalimentare, come le ceramiche in Emilia e l’imballaggio nel bolognese.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet