Pighi e Sabattini: “Modena ha fatto la sua parte”


MODENA, 5 SET. 2012 – Il sindaco di Modena Giorgio Pighi e il presidente della Provincia Emilio Sabattini affidano a una nota la loro replica sul caso Seta, sostenendo che la città ha fatto la sua parte e invocando responsabilità da parte di soci pubblici e privati, per “dare prospettiva a un progetto strategico fortemente voluto e sostenuto dagli enti locali”.  "Il problema – aggiungono Sabattini e Pighi – non è la ricerca di un capro espiatorio, bensì il rispetto degli impegni che ciascuno, per la propria quota di responsabilità, ha assunto. Era preventivato che in fase di avvio la nuova società dovesse avere un deficit così come il piano industriale prevedeva azioni di razionalizzazione ed efficientemente delle aziende che hanno dato vita a Seta". “I problemi di Seta non sono un fulmine a ciel sereno”, afferma invece il consigliere provinciale del Pdl Luca Ghelfi, che punta il dito contro le condizioni di indebitamento molto diverse tra le società protagoniste della fusione. “Modena non può e non deve pagare i debiti altrui” gli fa eco la collega di partito Claudia Severi, assessore alla mobilità a Sassuolo. Mentre il consigliere regionale Andrea Leoni parla di “società al capolinea”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet