Pietro Ferrari entranel Cda di Bper


MODENA, 11 GEN. 2013 – Il presidente di Confindustria Modena Pietro Ferrari è stato cooptato nel Cda della Banca popolare dell’Emilia Romagna. La nomina è stata decisa all’unanimità ed è stata comunicata al diretto interessato dal presdiente del consiglio di amministrazione. Ferrari, che risulta in possesso dei requisiti di indipendenza richiesti dalla normativa vigente, ha accettato l’incarico.Modenese, laureato in Ingegneria civile edile all’Università di Bologna, Pietro Ferrari nel 1982 è entrato nell’azienda di famiglia in qualità di amministratore unico e nel 1990 ne è diventato amministratore delegato. Ha ricoperto varie cariche societarie e da giugno 2008 è leader degli industriali modenesi. "Ho accolto con piacere l’invito a entrare nel Consiglio di amministrazione della Banca Popolare dell’Emilia-Romagna, un istituto di credito storico e particolarmente radicato sul territorio – ha dichiarato il neo-consigliere –  perché ritengo, anche forte del mio ruolo di presidente degli industriali modenesi, di poter contribuire a intensificare e a rafforzare i rapporti tra il sistema creditizio e le imprese, in un momento in cui il mondo imprenditoriale ne avverte una forte necessità". "La lunga crisi che sta attraversando la nostra economia – ha aggiunto Ferrari – ha messo in discussione anche gli approcci tradizionali tra banca-impresa. Gli imprenditori avvertono l’urgenza di consolidare ulteriormente ma anche di innovare le relazione tra banche e imprese. Non dimentichiamo che la leva del credito costituirà sempre più un elemento determinante per ridare slancio al sistema economico".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet