Pierferdinando Casini: alle europee sbarramento e preferenze


RIMINI, 12 GEN. 2009 – "Se con la legge elettorale che è in gestazione si chiede all’Udc di concorrere a mettere uno sbarramento alle Europee, rispondo fin da ora che siamo d’accordo, perché è utile evitare la moltiplicazione di liste elettorali personali. Se invece si intende elaborare meccanismi elettorali complessi che sottintendono pasticci per svuotare il voto deglio elettori, e levare di fatto le preferenze anche senza dirlo, beh allora è chiaro che questa legge non potrà che avere la nostra opposizione ferma".Così Pierferdianndo Casini ha risposto ai giornalisti a Rimini, dove ha inaugurato la nuova sede Udc. "Le preferenze – ha spiegato – sono un qualcosa che forse non è sufficiente di per sé a creare la democrazia e dare la parola agli elettori, ma meccanismi che impediscano agli elettori di assumersi la responsabilità della scelta dei parlamentari noi non li potremo avallare mai. Il tema delle preferenze è quindi dirimente : se c’é il problema dello sbarramento, benissimo facciamo la legge. Se c’é invece quello delle preferenze, allora Pd e Pdl se la facciano da soli, noi faremo una battaglia contraria in Parlamento".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet