Piccole stelle del calcio crescono, grazie a Luca Toni


© Trc-TelemodenaMODENA, 4 GIU. 2009 – Sei una stella internazionale, ma non ti dimentichi delle tue radici. Diventi campione del mondo e alla tua terra fai sapere che ci sei, che da un piccolo campo dove tirare due calci a un pallone può cominciare la favola più bella. La stessa che ha vissuto Luca Toni, che da Stella di Serramazzoni è partito per scalare i gradini che lo hanno portato al successo. E nella sua terra, nel rinnovato centro pineta a pochi metri dal municipio di Serramazzoni, l’attaccante azzurro è tornato oggi per inaugurare davanti agli studenti delle scuole il campo mini-pitch che lui stesso ha donato insieme all’associazione calciatori. 23 campi per 23 campioni si chiama l’iniziativa per la costruzione di campi destinati ai ragazzi e intitolati a ognuno dei campioni del mondo di Berlino 2006. E mentre Toni sfoglia la margherita, con un contratto che ancora lo lega al Bayern Monaco ma tante richieste anche dall’Italia e in particolare dal Milan, non mancano i complimenti per l’impresa della salvezza firmata dal Modena.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet