Piastrelle. Un buon semestre per la Marazzi


MODENA, 6 OTT. 2011 – Il Gruppo Marazzi ha chiuso il primo semestre 2011 con ricavi consolidati a 418 milioni di euro, in aumento del 3% rispetto al primo semestre 2010 (+4,3% a parità di cambi), e un aumento delle vendite core di piastrelle ceramiche del 5,3% (+6,7% a parità di cambi). Merito della presenza diretta in Russia (vendite +26,4%) e Stati Uniti (+4,3%).L’Ebitda a 65 milioni di euro è in crescita (+15,1%) e raggiunge il 15,6% di incidenza sulle vendite, contro il 14% dell’anno precedente. In deciso aumento il risultato operativo del Gruppo, +28% rispetto a giugno 2010, che si attesta a 36,6 milioni, pari all’8,8% di incidenza sulle vendite. Il risultato netto di periodo, in miglioramento del 2,1% rispetto al primo semestre 2010, è positivo per 11,5 milioni di euro.In Russia, paese che è tornato ad esprimere tassi di crescita brillanti e dove Marazzi opera con due stabilimenti e una rete di punti vendita su tutto il territorio, i ricavi sono aumentati nel primo semestre 2011 del 26,4% (+10% rispetto al settore), migliorando ulteriormente le ottime performance dello scorso anno. Per consolidare la propria posizione di leader di mercato in Russia e anticipare le tendenze di un mercato in crescita e continua evoluzione, Marazzi ha avviato un piano di ulteriore espansione con investimenti in produzione e in nuovi negozi sul territorio.Negli Stati Uniti, dove Marazzi è presente come produttore dall’inizio degli anni 80 e dove sono stati acquisiti a febbraio 6 nuovi punti vendita in aggiunta ai 7 esistenti, è partita in estate la nuova linea produttiva, particolarmente flessibile ed efficiente, per continuare a migliorare l’offerta di nuovi prodotti studiati secondo i gusti e le tendenze dei clienti americani. I risultati dei primi 6 mesi negli Stati Uniti, stabili rispetto all’eccezionale performance del 2010, registrano una crescita del 4,3% in valuta locale.Molto positivi anche i risultati di Marazzi in Italia: le vendite di ceramica, in un contesto di settore ancora in calo (-0,15%), sono aumentate del 6,5%, con chiari segnali di apprezzamento da parte del mercato per i nuovi prodotti made in Italy. L’azienda e il Centro Stile Marazzi sono stati inoltre premiati a luglio con la Menzione d’Onore Compasso d’Oro per la produzione e il design di Soho, primo gres a 3 dimensioni e primo prodotto ceramico ad entrare nella Collezione Permanente Compasso d’Oro.“I buoni risultati registrati nel primo semestre, grazie alle ottime prestazioni di mercato in Russia e anche in Italia, insieme agli investimenti effettuati e in corso – commenta Maurizio Piglione, ad di Marazzi Group – ci fanno affrontare la persistente instabilità dei mercati con la consapevolezza di proporre la più ampia e qualificata gamma di prodotti nel settore ceramico, a prezzi corretti e accessibili, il cui design è sempre più apprezzato in tutti i paesi, e anche il migliore servizio, grazie al nostro grado di internazionalizzazione produttiva e commerciale”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet