Philip Morris premia produttività bolognese


Proseguono i lavori per la realizzazione del nuovo stabilimento Philip Morris a Crespellano. Dopo il potenziamento dell’impianto storico di Zola Predosa inaugurato in autunno dal premier Renzi, entro fine anno partiranno le prime linee produttive. La multinazionale americana ha investito 500 milioni di euro nella nuova sede. Investimenti che si traducono in nuovi posti di lavoro: 600 le assunzioni previste. La carta vincente in mano al territorio emiliano è la cultura d’impresa, ha sottolineato il Ceo di Philip Morris International Eugenio Sidoli. Le imprese investono nei territori dove le infrastrutture funzionano e dove si instaurano rapporti virtuosi con le istituzioni, sono questi gli antidoti alla delocalizzazione e le caratteristiche necessarie per fare piani industriali a lungo termine.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet