Pestaggio di Emmanuel, chiuse le indagini si va verso il processo ai vigili


PARMA, 3 MAR. 2009 – E’ stato depositato dalla Pm Roberta Licci il 415 bis relativo all’inchiesta sul pestaggio del giovanissimo ghanese Emmanuel Bonsu Foster, avvenuto a Parma lo scorso settembre ad opera di alcuni agenti della polizia municipale nel corso di un’operazione antidroga. L’atto di chiusura dell’inchiesta è stato depositato nelle scorse ore in Procura. Adesso gli indagati, dieci vigili del corpo municipale, avranno 20 giorni di tempo per chiedere di essere interrogati prima che la Procura presenti la richiesta di rinvio a giudizio. Le accuse nei confronti degli indagati (fra cui un commissario capo e un ispettore) vanno dal sequestro di persona alle lesioni, agli insulti razzisti, alla perquisizione arbitraria.Il prossimo 19 marzo scadrà l’interdizione dai pubblici uffici disposta nei confronti di sei agenti della polizia municipale dal Gip Pietro Rogato su richiesta della magistratura inquirente. I sei agenti non torneranno comunque al lavoro, nei loro confronti infatti resta il provvedimento di sospensione adottato dall’amministrazione comunale contestualmente a quello della magistratura. Restano ai domiciliari invece altri quattro indagati, che risultano maggiormente compromessi con le vicende legate al pestaggio e ai maltrattamenti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet