Pesche, misure straordinarie dall’Europa


Buone notizie per i settori delle pesche e nettarine, una delle eccellenze dell’agricoltura dell’Emilia Romagna. La Commissione dell’Unione Europea, infatti, ha annunciato l’introduzione di miksure a sostegno dei settori, di cui l’Italia è grande produttrice, in particolare con l’aumento dei volumi di frutta che potranno essere ritirati dal mercato. Secondo fonti, l’impegno di Bruxelles per stabilizzare i prezzi è di circa 20-30 milioni di euro.

 

“Importanti anche se tardive”. Così Paolo De Castro, europarlamentare Pd e coordinatore S&D della Commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo, commenta le misure straordinarie per i produttori di frutta estiva colpiti dalla crisi del settore annunciate oggi dalla Commissione europea. “Grazie al lavoro di squadra portato avanti in queste settimane insieme al ministro Martina e al Consiglio Ue – sottolinea De Castro – siamo finalmente riusciti a far comprendere alla Commissione la gravità della situazione in cui si trovano moltissimi agricoltori emiliano-romagnoli, ma non solo. Il provvedimento di ritiro straordinario riguarderà le organizzazioni di produttori ma anche i singoli non associati”. “Un intervento concreto – conclude De Castro – per risollevare le sorti di un settore duramente colpito e che mi auguro possa essere esteso anche alle produzioni ortofrutticole danneggiate dall’embargo russo”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet