Per le vacanze torna un segno +


Quest’estate gli italiani che andranno in vacanza saranno di più rispetto all’anno scorso, per la precisione 1 milione e mezzo in più che nel 2013: lo rende noto un’indagine Confesercenti-Swg, secondo la quale l’incremento sarà pari al 6% e il numero complessivo dei vacanzieri supererà i 27 milioni. Per la prima volta dall’estate 2010 torna a far capolino il segno più. Ma purtroppo la china non è ancora finita: la spesa totale prevista è pari a quasi 21,5 miliardi, in calo di circa 3,2 miliardi sul 2013 (-13%): più vacanze, ma meno costose. La crisi purtroppo non è ancora terminata e quindi quasi un italiano su due (45%) tenderà a tener ben stretti i cordoni del portafogli: la spesa media a persona si attesterà a 788 euro, vale a dire il 18% in meno rispetto all’estate 2013. Segno meno anche per la durata delle vacanze: quest’anno gli italiani trascorreranno fuori casa in media 11 giorni, contro i 12 dello scorso anno e i 14 del 2008, prima della crisi. Agosto rimane il mese preferito. I vacanzieri che andranno nello stesso posto dell’anno precedente saranno il 38% (2% in più del 2013), così come quasi 1 su 3 si cucinerà da solo i pasti (31%). Rimane alta la voglia di un viaggio all’estero: per la prossima estate hanno pianificato un viaggio fuori dall’Italia il 39% dei nostri concittadini. Tra chi rimane in Italia la regione più scelta è la Puglia, che sale di tre punti toccando il 16%. Seguono Sicilia ed Emilia Romagna, in lieve ribasso e la Toscana che le tallona.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet