UNIONCAMERE E/R LUNEDI’ A PIACENZA PRESENTA IL “TEMPORARY EXPORT MANAGER”


PIACENZA 7 GENNAIO Sempre più l’internazionalizzazione rappresenta una modalità fondamentale con cui l’impresa crea valore, remunera le risorse investite, estende il proprio vantaggio competitivo, accede a nuove opportunità. In una fase in cui proprio dall’export arrivano segnali di ripresa, nasce il progetto “Temporary Export Manager”. “Temporary Export Manager” intende aiutare le imprese a sviluppare in maniera più efficace la funzione di marketing internazionale, favorendo l’incontro tra i giovani laureati e il mondo produttivo locale, attraverso l’individuazione di nuove ed efficaci strategie che permettano alle aziende di entrare in nuovi mercati. Il progetto prevede l’inserimento temporaneo in azienda di una risorsa junior specializzata in marketing internazionale che opererà, attraverso lo strumento del tirocinio formativo, con il coordinamento dei vertici dell’impresa e l’assistenza di un funzionario camerale e di una risorsa senior consulente professionista esterno. Questa figura, il cosiddetto “temporary export manager”, metterà a fuoco e realizzerà, in accordo con il management aziendale, il piano di internazionalizzazione. La durata del progetto “Temporary Export Manager” è di circa 6 mesi. Per la presentazione dell’iniziativa sono stati organizzati due incontri: dopo il primo che si è svolto nella sede dell’ente camerale di Rimini, il secondo è in programma lunedì 10 gennaio 2011 (ore 16) alla Camera di commercio di Piacenza in Piazza Cavalli 35.“Grazie a questa iniziativa – sottolinea il segretario generale di Unioncamere Emilia-Romagna, Ugo Girardi – il sistema camerale regionale offre un supporto concreto e personalizzato per incentivare strategie di internazionalizzazione delle imprese interessate ad avviare o consolidare la propria presenza sui mercati esteri facendo leva sul “fattore umano” quale variabile competitiva”.“Temporary Export Manager”, che punta ad integrare diversi interventi camerali in materia di internazionalizzazione, nasce sulla scia di significative esperienze pilota avviate dalla Camera di commercio di Ferrara (“Esportare con metodo”) e Forlì-Cesena (“Temporary Management”) le quali proseguono tuttora nei rispettivi territori parallelamente al progetto che invece sarà attivato dalle altre sette Camere di commercio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet