Pasquino: da Veltroni dimissioni tardive e inaspettate


BOLOGNA, 18 FEB. 2009 – Le dimissioni di Walter Veltroni da segretario del Pd, secondo il politologo Gianfranco Pasquino – candidato sindaco di Bologna come indipendente del centro sinistra – "sono in parte tardive, perché poteva anche dimettersi prima dato che le cose non andavano bene. E in parte inaspettate, perché arrivano prima di una tornata di elezioni amministrative importanti e delle elezioni europee". Secondo Pasquino, intervistato dalla redazione bolognese di E’Tv, "non sarà facile rimettere in sesto il partito e trovare qualcuno che lo guidi in maniera grintosa, in modo da giungere non disperati alla meta".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet