Pasqua si avvicina: banco di prova per il turismo


in collaborazione con Teleromagna23 MAR. 2009 – Occhi puntanti sul week end pasquale del prossimo 12 aprile, con la speranza che il primo test per la stagione estiva che verrà, sia accompagnato da sole e temperature miti. E’ questo lo stato d’animo degli operatori turisti riminesi, ma più in generale di tutta la costa romagnola. La promozione, come ogni anno, è già partita, con pacchetti ed offerte per passare in Riviera il primo week end lungo primaverile. Un test quanto mai importante per verificare quali saranno gli effetti della crisi sull’industria turistica balneare romagnola.Nel frattempo dai commercianti ambulanti della Confcommercio di Rimini arriva una richiesta ben precisa indirizzata all’amministrazione comunale: quella di attivarsi sin da ora affinché si contrasti il rischio per la prossima estate di vedere invase le spiagge riminesi dai venditori abusivi. Un appello che, sostiene Confcommercio, che tutte le Forze dell’Ordine ma soprattutto le forze politiche non devono sottovalutare. Occorre assumere una maggiore consapevolezza sulla natura del fenomeno, sostiene l’associazione di categoria, che non è solo di carattere amministrativo, ma principalmente di ordine pubblico e come tale va affrontato. Il solo corpo dei vigili urbani è insufficiente a contrastarlo. E’ necessario un maggior coordinamento con le altre forze dell’ordine che non sia estemporaneo ma quotidiano. Solo con il controllo "dinamico" lungo l’arenile e in corrispondenza degli accessi alla spiaggia fin dalle prime ore del mattino si possono ottenere buoni risultati. Già dai weekends primaverili, conclude confcommercio, dovrebbe essere attivo il servizio anti abusivismo sui lungomari per dare un segnale preciso ai venditori che a Rimini "non è più aria".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet