Parte il Salone nazionale delle sagre – Misen


Al via il Salone Nazionale delle Sagre – Misen. Dopo il clamoroso successo di pubblico e di espositori riscosso nel 2013 – ventimila visitatori e oltre cento sagre partecipanti – a partire da domani e fino a Domenica 27 le nozze tra cucina di qualità e tradizione tornano a celebrarsi nei padiglioni della Fiera di Ferrara, per la quarta edizione. Organizzato da Ferrara Fiere Congressi e dall’Associazione Turistica Sagre e Dintorni, il Salone è l’unico evento in Italia dove, con un solo biglietto d’ingresso, il pubblico può assaggiare le prelibatezze di sagre enogastronomiche provenienti da ogni angolo della penisola, e trascorrere piacevolmente tre giorni tra attrazioni, gare, dimostrazioni, balli, tombole e shopping.

 
Dopo il taglio del nastro, fissato per le 10, il programma della giornata inaugurale prevede la distribuzione di cassette di frutta alle sagre, nell’ambito del progetto “Sfrutta la Sagra” che, nato da un’idea di Adriano Facchini, Claudio Gamberini, Roberto Fiammenghi e Paolo Bruni, punta a promuovere l’inserimento della frutta italiana di stagione nel circuito delle sagre. Dalle 10, nel laboratorio non-stop “A scuola di pane”, un maestro fornaio insegnerà a preparare quello che ne “Il mulino del Po” Riccardo Bacchelli definiva “il pane più buono del mondo”, ovvero la coppia ferrarese. Alle 10.30, nell’Area Concorsi del padiglione 4, gli chef di Zanussi Elettrodomestici terranno, invece, il corso “Le nuove tecnologie in cucina”.

 

 

Dalle 12 alle 15, saranno pienamente operative le cucine delle Sagre, che distribuiranno al migliaia di deliziosi assaggi di piatti tipici, dal tortellone al cotechino, dal bollito al salame alla brace. Il pomeriggio in Fiera si aprirà alle 14.30 con il “Laboratorio didattico di pasticceria salata e preparati di carne in abbinamento”, che vedrà “in cattedra” il Maestro macellaio Lorenzo Rizzieri dell’Istituto Italiano Assaggiatori Carne De Gustibus Carnis e Cristiano Pirani della pasticceria “Chocolat” di Ferrara. La ristorazione curata dalle Sagre riprenderà alle 19, mentre alle 21.00, sempre nell’Area Concorsi, si svolgerà il primo round dell’avvincente disfida “Gran Galà della Salama”: a riempire del proprio profumo i padiglioni del Quartiere fieristico saranno le salamine prodotte da privati, che si contenderanno i pochi posti disponibili per la finale di Domenica 27. Se le sagre sforneranno manicaretti fino alle 21.30, la serata del Salone Nazionale delle Sagre è però destinata a proseguire. Alle 22.00, il testimone passerà al musicomico Andrea Poltronieri che, nel padiglione 1, sarà il mattatore di “Sagre Happy Hour” e del tombola-show: la cartella per la prima tombola è in omaggio con il biglietto d’ingresso e ci sono in palio ricchi premi gastronomici.

 

 

Musica e danze saranno protagoniste del “Gran Galà del Liscio”, con le migliori orchestre e l’animazione del gruppo “Musicallegria”, mentre gli hobby più originali e bizzarri, con collezionisti di livello internazionale, terranno banco a “Misenpassion”. Ampio spazio sarà dedicato anche al pubblico “baby”, che potrà divertirsi in sicurezza tra gonfiabili e altre attrazioni. Un’area del Salone sarà, poi, riservata a “Lungo il Po”, il progetto di valorizzazione enogastronomica e turistica dei territori lambiti dal ‘Grande Fiume’, ideato da Ferrara Fiere Congressi, in collaborazione con le province che insistono sull’asta del Po. Qui i visitatori troveranno un percorso espositivo scandito dalle tipicità legate al paesaggio, alla cucina e all’arte che rendono uniche le terre bagnate dal fiume più lungo d’Italia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet