Parmigiano Reggiano dal “cuore verde” a Lesignana


Dopo aver installato nel 2014 pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica (tutta l’energia utilizzata nella produzione del Parmigiano Reggiano proviene da fonti rinnovabili), la cooperativa casearia di Lesignana si è dotata ora di una stazione di ricarica per veicoli elettrici con due punti di carica da 22 kw ciascuno. Il 4 Madonne è l’unico caseificio dell’intero comprensorio del Parmigiano Reggiano ad avere una simile dotazione. In più il dispositivo, fornito dalla cooperativa di utenza Power Energia, è il primo in provincia di Modena dotato di un’intelligenza artificiale. Tale applicazione permette agli utenti di avere una sorta di “angelo custode” che li assiste h 24. A differenza dell’app tradizionale, che è statica, questo sistema “impara e memorizza” le abitudini del cliente e risponde real time alle sue domande. «La tecnologia installata al 4 Madonne coniuga innovazione e servizio – afferma Cristian Golinelli, vicepresidente di Power Energia – Nell’ambito della cosiddetta “cooperazione 4.0”, la nostra cooperativa affianca alle forniture di energia e gas le novità che riguardano il mondo dell’energia, dalla mobilità elettrica all’intelligenza artificiale». «Grazie alla colonnina di ricarica per auto elettriche, il nostro caseificio può ora fornire un servizio innovativo e tecnologicamente evoluto alle persone, spesso straniere, che visitano le nostre sale di lavorazione e il magazzino per la stagionatura del Parmigiano Reggiano – aggiunge Andrea Nascimbeni, presidente del 4 Madonne Caseificio dell’Emilia – Le visite, tra l’altro, sono in forte aumento nelle ultime settimane, dopo la medaglia “Supergold” che abbiamo conquistato ai World Cheese Awards (l’Oscar mondiale dei formaggi) di fine novembre a Londra».

 

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet