Parmigiano, ottimo il 2016


5,8% 0,3%: segni positivi che dicono di un ottimo 2016 per il parmigiano reggiano dopo un 2015 che sarà ricordato, dai produttori come uno degli anni peggiori dell’ultimo decennio.
La svolta più marcata, stando ai dati presentati a Bologna dal Consorzio Parmigiano Reggiano, è avvenuta nella seconda parte dell’anno, quando i prezzi all’origine sono balzati da poco più di 8 euro al kg di giugno ai 9,66 di dicembre, consentendo di chiudere l’anno con un più 12% rispetto al 2015. Gli attuali valori, spiega Alessandro Bezzi, presidente del Consorzio parmigiano reggiano, uniti alla buona tenuta dei consumi interni, ad un flusso di esportazioni, creano le condizioni per offrire le migliori prospettive ai 3.000 allevatori e 339 caseifici. Soddisfazioni arrivano, soprattutto dall’export, che sta registrando un testa a testa tra due mercati quello degli Stati Uniti e la Francia. Continua la vigilanza e il contrasto alle imitazioni del parmigiano. Nei primi 10 mesi del 2016 e nella sola Unione Europea il consorzio ha messo in atto più di 40 azioni di contrasto in sede stragiudiziale, amministrativa e di denunce che hanno portato a interventi d’ufficio da parte delle autorità competenti in 8 paesi europei.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet