Parmense arrestato alla dogana con 25 chili di cocaina in valigia


ROMA, 21 LUG – L’aveva quasi fatta franca, ma è stato beccato proprio al fotofinish. Alla fine di un viaggio dalla Repubblica Dominicana a Roma, un italiano di 48 anni anni, residente a Parma, è stato fermato dagli uomini della Guardia di Finanza all’aeroporto di Fiumicino, insospettiti dai voluminosi e pesanti bagagli appena ritirati sui nastri di riconsegna. Alle domande dei finanzieri l’uomo ha risposto di essere un arredatore di interni e di aver acquistato varie sculture in legno della tradizione dominicana.Gli investigatori del comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno però deciso di effettuare un’ispezione delle sue valigie. Nelle 13 statue di legno erano nascosti 25 chili di cocaina. Dalla droga sequestrata, particolarmente pura, sarebbero state ricavate almeno 250.000 dosi, per un valore complessivo di circa 20 milioni di euro.L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Civitavecchia con l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti, in attesa di essere processato dall’autorità giudiziaria.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet