Parmalat: utile a +27,8%e ricavi a +14%


PARMA, 31 LUG. 2013 – Parmalat ha chiuso il primo semestre dell’anno con un fatturato cresciuto del 14% a 2.594,8 milioni di euro, un margine operativo lordo salito del 18,9% a 194,2 milioni e un utile aumentato del 27,8% a 105,4 milioni. Lo si legge in una nota in cui il gruppo conferma la guidance 2013 con una crescita del fatturato del 3% e dell’ebitda del 5%. La posizione finanziaria netta è positiva per 877,3 milioni di euro (+8,3% rispetto agli 809,8 milioni di fine 2012).Il gruppo, spiega la nota, ha realizzato un’ottima performance del margine operativo lordo in Australia (+43%), in America Latina e in particolare in Venezuela (+24%) e nei Paesi dell’Africa (+23,1%). A perimetro omogeneo, escludendo le attività acquisite nel corso del secondo semestre 2012 (cioè Lactalis America Group) e a tassi di cambio costanti, il fatturato netto risulta in aumento del 3,6% ed il margine operativo lordo è in crescita del 9,6%. Nel corso del primo semestre, a fronte di un aumento delle quotazioni delle materie prime ed in particolare del latte, Parmalat ha difeso i suoi margini "con riduzioni delle atti". L’area Nord America, che include le controllate in Canada e, dal secondo semestre del 2012, Lag ha realizzato un fatturato di 1.122,4 milioni di euro e un mol di 101,1 milioni. A cambi costanti e a perimetro omogeneo il fatturato è rimasto sostanzialmente fermo (+0,2%) mentre il mol è salito dell’1,1%. Confrontando i risultati del primo semestre 2013 con un pro-forma dei primi sei mesi del 2012, Lag ha registrato "un fatturato in aumento in valuta locale e un margine operativo lordo in crescita rispetto al primo semestre 2012, nonostante l’aumento dei costi medi d’acquisto della materia prima latte".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet