Parmalat tiene, nonostante la crisi (+ 6,9%)


MILANO, 30 GEN. 2009 – Parmalat ha chiuso il 2008 con un Ebitda (margine operativo lordo) di 316,3 milioni di euro (-13,7% sul 2007), in linea con le previsioni della società, e un fatturato cresciuto del 6,9% a 4.128,7 milioni di euro. Lo comunica il gruppo in una nota dopo aver approvato i risultati preliminari del 2008. L’Ebitda al lordo delle differenze di cambio è stato di 330,5 milioni di euro. L’utile netto della capogruppo è atteso fra i 610 e i 615 milioni di euro. Le disponibilità finanziarie nette di Parmalat ammontano a 1.110,1 milioni di euro. Le stime degli analisti davano le vendite in crescita dell’1,6% a 3,92 miliardi di euro. Le precedenti previsioni di Parmalat, rese note il 14 novembre scorso, erano di una crescita del 7,5% dei ricavi (il 2,4% al netto dell’effetto cambio) e un margine operativo lordo compreso tra i 310 e i 315 milioni di euro."I risultati sono in linea con le nostre attese". Questa la valutazione dell’Ad del gruppo Enrico Bondi in avvio della conference call di presentazione dei risultati annuali di Parmalat. L’amministratore delegato del gruppo di Collecchio ha quindi messo in rilievo la "tenuta del gruppo anche in una situazione difficile".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet