Parmalat, fatturato in crescita, ma l’utile scende


Il gruppo Parmalat ha chiuso il primo semestre dell’anno con un fatturato in crescita del 9,5% a 3,274 miliardi di euro, un ebitda salito del 7,9% a 185,1 milioni e un utile sceso del 32,6% a 30,6 milioni. A cambi e perimetro costanti ed escluso il Venezuela, si legge in una nota, il rialzo dei ricavi è limitato all’1,1% e quello dell’ebitda allo 0,5% mentre il calo dell’utile sarebbe stato più contenuto (-7,7 milioni a fronte dei -14,8 milioni del risultato contabile). Il calo dell’utile è dovuto “principalmente” alla modifica della normativa fiscale in Venezuela “che ha eliminato il riconoscimento fiscale dell’inflazione”. Per il 2017 il gruppo ha rivisto al ribasso la guidance: la crescita del fatturato e dell’ebitda sarà contenuta all’1%, a fronte della precedente previsione di una crescita del 4% (a cambi e perimetro costanti e con l’esclusione del Venezuela). Il cda ha nominato Jean-Marc Bernier amministratore delegato e direttore generale al posto di Yvon Guerin.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet