Parmalat: in assemblea 89,4% capitale, Lactalis ha l’84%


Ha preso il via a Milano l’assemblea di Parmalat chiamata, tra l’altro, ad eleggere il nuovo Cda e ad esprimersi sulla modifica dello statuto proposta da Sofil, la holding di controllo di Lactalis. In assemblea è presente l’89,4% del capitale, Sofil detiene l’84%. L’assemblea di Parmalat ha approvato la modifica dello statuto proposta da Lactalis. A favore ha votato l’84% del capitale, equivalente alla quota dei francesi, mentre ha votato contro il 5,39% (rpt 5,39%) del capitale. Critici sulla modifica dello statuto i fondi e i piccoli azionisti. I fondi di minoranza di Parmalat attaccano la modifica dello statuto del gruppo di Collecchio proposta da Lactalis. “E’ un caso emblematico di delibera in conflitto di interesse oltre che di abuso della maggioranza a danno della minoranza”, ha detto il rappresentante di Amber intervenendo in assemblea. Per Fidelity “i principali proxy advisor internazionali, quelli che scrivono le best practice, non pensano che queste modifiche migliorino la corporate governance”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet