Parma, una dozzina di avvisi di garanzia per il tifoso morto al Tardini


PARMA, 6 NOV. 2009 – Sono circa una dozzina gli avvisi di garanzia che la Procura di Parma ha inviato per la vicenda della morte del tifoso vicentino Eugenio Bortolon, deceduto precipitando dal settore ospiti dello stadio Tardini nel corso della partita Parma-Vicenza dello scorso campionato di serie B. Lo ha spiegato il procuratore della Repubblica della città emiliana, Gerardo Laguardia, precisando che il numero delle persone indagate per omicidio colposo è sceso rispetto a quello previsto nel corso delle indagini. Si tratta dei componenti della Commissione provinciale di vigilanza sugli impianti sportivi in carica nell’ultimo anno. Fino a circa un mese fa, infatti, la Procura aveva preso in considerazione di indagare i componenti della stessa Commissione partendo dall’anno 2000. Successivamente l’inchiesta ha riguardato soltanto i componenti in carica nell’anno in cui è avvenuto l’incidente che è costato la vita all’ultras biancorosso. Anche in questo caso si tratta, ha spiegato sempre Laguardia, di un "atto dovuto" ai fini di accertare eventuali responsabilità. Rispetto al passato figurano indagati uno o più rappresentanti del Parma Calcio in relazione al rispetto della normativa sulle misure di sicurezza. A breve dovrebbe essere fissato l’incidente probatorio chiesto dalla Procura al Gip del Tribunale di Parma.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet