Parma. Sindaco ai cinque stelle, eclisse per il Pd


PARMA, 21 MAG. 2012 – La sorpresa c’è. Anche per i più sfegatati grillini, già convinti della vittoria dopo il successo al primo turno delle amministrative di Parma. Il candidato a cinque stelle Federico Pizzarotti vola a quota 60,23 e si prende la poltrona di sindaco. Pietrificato il centro sinistra, col 39,77 per cento resta al risultato del primo turno. Così come resta in Provincia il suo candidato, Vincenzo Bernazzoli."Grazie a mia moglie ai cittadini e al gruppo che ha lavorato da un anno", sono le parole di Pizzarotti, che sarà il più giovane primo cittadino della città. "Agirò con la massima trasparenza, nelle decisioni più popolari e in quelle meno popolari. Quello che spero è che la partecipazione rimanga alta, questa è la garanzia più importante". E’ stata decisiva la battaglia contro l’inceneritore di Parma? "Più che far vincere noi, ha fatto perdere altri. Quando i cittadini chiedono una cosa bisogna ascoltarli".Prima ancora dei risultati ufficiali, era già partita la festa dei sostenitori del Movimento 5 Stelle, non solo a Parma. Tantissimi i tweet e i commenti sul blog di Beppe Grillo dedicati al ballottaggio di Parma visto come "l’atto di nascita della terza Repubblica". "Adesso vediamo se Napolitano ha sentito il boom!!" è il commento di g.battista da Palermo, che, come tanti altri, ha ironizzato sul Capo dello Stato che, all’indomani del primo turno, aveva sminuito i voti al Movimento. "TUDUMTUDUM: il suono del cuore dei simpatizzanti e attivisti del M5S a ogni minuto che passa, per lo spoglio dei voti di Parma! Ricordiamo questo giorno! E’ nata la Terza Repubblica!!! A volte i sogni diventano realtà!" scrive Fabrizio. "Qui Emilia liberata" scrive Paolo mentre per un altro frequentatore del blog "la rivoluzione della democrazia diretta è iniziata. Parma è la nostra Bastiglia".Tra l’entusiasmo, tanta anche l’incredulità: "Ma davvero si vince? E’ meglio della vittoria ai mondiali, meglio di un’olimpiade", scrive Ciro dal Trevigiano e in tanti, citando Gandhi si tolgono qualche sassolino dalla scarpa: "Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci. Forza Grillo".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet