Parma. Riapre il Consiglio comunale, riecco gli indignati


PARMA, 29 AGO. 2011 – Un dead man walking con già pronta una bara e un corteo funebre. E’ Pietro Vignali, il sindaco di Parma, sempre più con un piede nella fossa da quando l’inchiesta ‘green money’ ha messo dietro le sbarre i suoi più stretti collaboratori. A celebrare il funerale del sindaco e della sua giunta ci pensano domani gli indignati parmigiani, che si sono dati appuntamento davanti al municipio in occasione della ripresa dei lavori in Consiglio comunale. Compito alla cittadinanza è partecipare listati a lutto, ma anche portare pentole e strumenti musicali con cui protestare sonoramente. Giornata movimentata anche dentro al palazzo comunale. All’ordine del giorno del Consiglio ben 18 delibere; la più delicata è legata all’assestamento di bilancio, con una cura dimagrante per la casse municipali di cinque milioni. I tagli sono pesanti e prevedono anche l’azzeramento di alcune voci di spesa quali marketing, turismo, sport e cultura. La delibera ha già ricevuto il ‘no’ deciso delle opposizioni, che promettono battaglia in Consiglio, ma questa volta la maggioranza non dovrebbe rischiare sul fronte del numero legale, come era successo invece nella seduta del 28 giugno.Pietro Vignali può sorridere anche per il probabile appoggio dell’Udc, uscita recentemente dalla maggioranza. I tre consiglieri del partito di Casini sembrano favorevoli alla manovra del Comune e quindi dovrebbero dare parere favorevole alla delibera. Il passaggio consiliare appare quindi tutto sommato indolore anche se non è escluso che, dopo il voto, alcuni assessori decidano di defilarsi presentando le proprie dimissioni. Roberto Ghiretti (assessore allo sport), Lorenzo Lasagna (welfare), Francesco Manfredi (urbanistica) e il delegato all’associazionismo Ferdinando Sandroni potrebbero infatti decidere di uscire dalla Giunta. Resta invece da decifrare il futuro dello stesso sindaco. Quale sia l’esito del dibattito in aula, il Consiglio dovrebbe prolungarsi sino a tarda serata.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet