Parma perde la sua partigiana “Mirka”


PARMA, 22 GEN. 2011 – Parma piange la scomparsa di una grande donna protagonista della Resistenza. Laura Polizzi, nota a tutti come "Mirka", il suo nome di battaglia, se n’è andata all’età di 86 anni. Pioniera della Lotta di Liberazione fu una delle prime donne a far parte di gruppi di partigiani sulle montagne. Classe 1924, Laura Polizzi era entrata giovanissima nella resistenza parmense. Ha organizzato a Piacenza e Reggio il movimento clandestino delle donne, ha combattuto nelle Brigate Garibaldi, da cui venne insignita della Stella d’oro al valore. Viste le sue responsabilità di comando, le fu successivamente conferito dal ministero della Difesa il grado onorifico di capitano. Nel dopoguerra ha sempre mantenuto il suo impegno politico. Era membro della presidenza onoraria dell’Anpi. Nel 1991 aveva ricevuto dal Comune di Parma il premio Sant’Ilario, l’onorificenza che viene conferita ai personaggi che più hanno contribuito a rendere migliore la vita di tutti.Il sindaco Vignali, nel suo messaggio di cordoglio, parla di "un pezzo di Parma" che se ne va. Una persona che più di tutte rappresentava "un’epoca, quella della Resistenza, i cui valori sono fondamento della nostra comunità e della nostra Costituzione"Per la Cgil di Parma, sindacato di cui Laura Polizzi aveva in tasca la tessera, si tratta di "un grande vuoto. Ci rimane la sua forza, il suo incitamento a lottare per la libertà e per un mondo migliore. […] Il dolore di tutta la Cgil, la vicinanza alla famiglia, l’affetto di tutti i suoi compagni di militanza, testimoniano l’orgoglio di essere stati sempre dalla stessa parte della barricata". 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet