Parma, operaio muore travolto da un treno


PARMA, 9 LUG. 2009 – Un incidente sul lavoro è costato la vita questa mattina a un un operaio che stava lavorando a un cantiere di interconnessione della linea Tav vicino a Parma. Non lontano dalla stazione, all’altezza dell’ex scalo merci, Domenico Le Cave, operaio 40enne di Messina è stato urtato da un treno che stava percorrendo la linea finendo sbalzato a molti metri di distanza. Morto sul colpo, nessun testimone avrebbe assistito all’incidente. E nessuna segnalazione è stata data nemmeno dal macchinista del convoglio che avrebbe urtato l’operaio.Molto probabilmente l’incidente è avvenuto durante il transito di un treno Eurostar attorno alle 8.15. La Polfer ha già fatto verifiche sul convoglio alla stazione di Bologna, senza però notare segni dell’incidente. Ulteriori verifiche sono previste nelle altre stazioni di sosta del convoglio. Le Cave era uno degli addetti del cantiere per la realizzazione dell’interconessione della linea Tav ed era la persona abilitata per la sicurezza. Sposato e con due figli,  era da pochi giorni al lavoro a Parma.Un presidio davanti alla stazione e un’ora di sciopero per tutti i lavoratori metalmeccanici della provincia. Lo hanno annunciato per domani Fiom, Fim e Uilm di Parma, dopo l’incidente mortale avvenuto questa mattina. "Dopo la strage annunciata di Viareggio – si legge in una nota della Fiom – quest’ennesimo omicidio bianco dimostra come la politica delle Ferrovie dello Stato sacrifica la sicurezza dei lavoratori e dei cittadini sull’altare del continuo taglio dei costi, attraverso la vergognosa e inaccettabile catena di appalti e subappalti". La Fiom ha poi fatto sapere che si costituirà parte civile: "Chiediamo che le responsabilità siano accertate sino in fondo e che i colpevoli paghino".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet