Parma, da aprile a giugno nate 864 imprese


PARMA, 6 AGO. 2013 – Imprese, e in particolare ditte individuali, in crescita nel secondo trimestre del 2013 in provincia di Parma. Lo rivela il rapporto sul sistema imprenditoriale parmense prodotto dalla Camera di commercio elaborando i dati Infocamere Movimprese. Negli ultimi tre mesi dunque in provincia di Parma sono nate 864 imprese a fronte di 489 cessazioni. Dopo il forte calo registrato nei primi tre mesi dell’anno, il saldo tra iscrizioni e cessazioni è positivo di 375 unità e determina un tasso di crescita imprenditoriale di più 0,80%. Il valore è superiore rispetto a quello registrato nel secondo trimestre 2012 e, analizzando la serie storica degli ultimi dieci anni, le iscrizioni appaiono in ripresa (102 in più rispetto al 2012). Anche le cessazioni sono in aumento, ma con una dinamica più contenuta. La consistenza delle imprese parmensi al 30 giugno 2013 è tuttavia inferiore a quella dell’anno scorso a causa del forte calo avvenuto nel primo trimestre, -574 imprese. A crescere nel secondo trimestre sono state principalmente le ditte individuali (+197) e le società di capitale (+124). Hanno evidenziato trend di crescita positivi anche le altre forme giuridiche, come le società di persone (+8) e le "altre forme" (+46). I settori numericamente più rilevanti a livello provinciale hanno avuto tutti un andamento positivo, ad eccezione delle costruzioni. I migliori risultati, in termini assoluti, sono stati raggiunti da commercio, attività immobiliari e servizi: le imprese di questi settori crescono rispettivamente di 162, 49 e 48 unità. Agricoltura e attività manifatturiere crescono di 13 unità, mentre il settore edile chiude il trimestre con un saldo negativo di sole tre aziende unità.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet