Parma-bene: dopo Rocco Bormioli altri arresti vip nella notte


PARMA, 7 MAR. 2009 – I Carabinieri la scorsa notte hanno fatto altri quattro arresti nell’ambito dell’operazione che ha portato ieri pomeriggio (leggi qui) all’arresto, accusato di cessione di sostanza stupefacente, di Rocco Bormioli, l’ex titolare della omonima vetreria di Parma e figlio di Pierluigi, che negli anni Sessanta fece scandalo per la sua ‘storia movimentata’ con l’attrice Tamara Baroni. In manette sono finiti Bruno Belli, 50 anni, titolare del night ‘Habana club’, Francesco Schiera, 42 anni, dipendente dello stesso locale, Fabio Curto, 54 anni, e Salvatore Caltabiano, 42 anni, rispettivamente ex socio e socio del circolo privato ‘Fulan’ di Noceto, in provincia di Parma. I quattro sono stati arrestati con l’accusa di induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione assieme ad altre due persone, segnalate alla Polizia giudiziaria. Erano il contatto fra Rocco Bormioli e le ragazze, dipendenti dei night, che partecipavano ai festini a luci rosse nell’abitazione di Bormioli e nel suo yatch ormeggiato a La Spezia. L’imprenditore parmigiano, quasi ogni fine settimana nella sua casa ospitava una decina di persone per feste a base di cocaina, diversi etti serviti in vassoi d’argento, e prostitute che venivano pagate anche due, tremila euro a notte, oltre ad essere omaggiate di ingenti quantitativi di cocaina.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet