Paolo Flores D’Arcais a Reggio Emilia, tra riflessioni e azioni per i diritti civili


REGGIO EMILIA, 20 MAG. 2009 – “A chi appartiene la tua vita?”. E’ il titolo dell’ultimo libro del filosofo e direttore della rivista Micromega, Paolo Flores D’Arcais. Sarà presentato giovedì 21 maggio alle ore 17e30 al cinema Cristallo di Reggio Emilia. Un incontro organizzato dall’associazione "Iniziativa Laica" che per l’occasione distribuirà un modello di testamento biologico a tutti i partecipanti. Per chi vorrà sottoscriverlo sarà possibile rivolgersi a un gruppo di notai che si è detto disponibile ad applicare un compenso simbolico. Prima e dopo la presentazione del libro, Iniziativa Laica continuerà anche la raccolta di firme per la petizione volta a richiedere la cittadinanza onoraria di Reggio Emilia e Parma a Beppino Englaro.Nel volantino di promozione dell’incontro con Flores D’Arcais, l’associazione cita le parole del filosofo pronunciate durante la manifestazione a Roma del 21 febbraio 2009.“Con che diritto il cardinal Bagnasco, l’onorevole Formigoni, l’onorevole Roccella,il ministro Sacconi pretendono di decidere al posto nostro se quel sondino dovrà essere lasciato o dovrà essere tolto? Chi siete voi per decidere delle nostre vite? Solo in uno Stato totalitario si può arrivare a questa enormità: che la vita non appartenga al cittadino e che sulla sua malattia e sulla sua sofferenza decida il governo anziché il malato. La vita appartiene a chi la vive: non al governo e neppure alla Chiesa delle gerarchie”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet