Packaging bolognese contro la fame nel mondo


Il packaging di Ima per combattere lo spreco alimentare e la fame in alcune zone dell’Africa Subsahariana. Sono queste le finalità dell’accordo sottoscritto dalla multinazionale bolognese e la Fao e mirato a sviluppare il packaging alimentare nelle aree povere del globo. “Si tratta di intervenire con le tecnologie appropriate sullo spreco alimentare che da stime della Fao rappresenta la perdita di un terzo del consumo degli alimenti per uso umano, ed in questo quadro il packaging può giocare un ruolo strategico anche nella lotta contro la fame e la malnutrizione”, spiega il numero uno di Ima, Alberto Vacchi, che ha firmato con Laurent Thomas, assistant director-general dell’organizzazione per la lotta alla fame nel mondo, l’intesa. Si tratta di un piano triennale nell’ambito del quale Ima ha stanziato un contributo complessivo di 450.000 euro.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet