Pac, Emilia-Romagna e Baviera la pensano uguale


16 LUG. 2012 – Orientare la politica agricola europea nel sostenere le produzioni di qualità e il biologico. E’ la posizione comune di Emilia-Romagna e Baviera, emersa dall’incontro a Monaco fra l’assessore regionale all’Agricoltura Tiberio Rabboni e il ministro dell’Agricoltura bavarese Helmut Brunner.

Nel corso dell’incontro sono state esaminate le principali problematiche e criticità delle produzioni a denominazione di origine all’interno della riforma della Pac, la politica agricola comunitaria. Comune apprezzamento è stato espresso per l’approvazione del pacchetto qualità a garanzia e supporto delle indicazioni geografiche.

Alla vigilia della fase finale della discussione sulla riforma della Pac, le due Regioni hanno concordato sul fatto che i criteri per il riparto delle risorse debbano essere rivolti alla qualità delle produzioni e dell’occupazione, attribuendo meno rilevanza alla superficie agricola, indirizzo che viene invece preferito da alcuni paesi del Nord Europa.

Ulteriori punti di convergenza tra Emilia-Romagna e Baviera, quest’ultima con 3 milioni di ettari coltivati e una popolazione di 12 milioni di abitanti, sono stati evidenziati sui documenti in discussione a Bruxelles, sui pagamenti diretti e Ocm unica e sullo Sviluppo rurale. Inoltre e’ stato definito uno specifico accordo di collaborazione nel settore dell’agricoltura biologica fra le due Regioni e le rispettive associazioni regionali dei produttori biologici. Grande interesse è stato dimostrato dai bavaresi per l’esperienza dell’Emilia-Romagna nelle biomense scolastiche.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet