Ozzano, 400 posti di lavoro nell’industria del cioccolato


Due stabilimenti produttivi e 400 nuovi posti di lavoro. Questi i numeri del progetto urbanistico attuativo e i programmi di sviluppo industriale di Ozzano. Una partnership tra Ima e Sacmi creerà, infatti, una struttura produttiva che darà lavoro a 400 persone. L’ambito di intervento comprende un territorio di circa 78 mila metri quadri ad est della via Tolara di Sotto, mentre l’area privata avrà una superficie complessiva di oltre 54 mila metri quadri, suddivisa in due lotti che andranno a coprire una superficie edificabile di circa 26 mila metri quadri. Il progetto prevede la costruzione di due stabilimenti produttivi che ospiteranno le attività di CM FIMAby IMA and SACMI e di IMA. CM FIMA by IMA and SACMI fa parte di CMH, la joint-venture IMA-SACMI dedicata all’industria del cioccolato.

 

L’accordo siglato nel 2011 ha dato vita al primo polo produttivo italiano in grado di fornire soluzioni complete e chiavi in mano per la lavorazione e il packaging del cioccolato. I due stabilimenti produttivi saranno caratterizzati da edifici pluripiano gemellati in linea e destinati ad accogliere la direzione, gli uffici tecnico-commerciali ed amministrativi. A collegamento fra i due blocchi è previsto un corpo a ponte da destinare a servizi per il personale e alla mensa, trasformabili anche in sale riunioni. Il primo di questi blocchi sarà destinato alla sede di CM FIMA by IMA and SACMI, mentre il secondo ad altre attività attinenti ai due Gruppi. Il terzo blocco di dimensioni più ridotte è riservato alle proprietà terze presenti sul comparto tra cui il Comune, in ragione dei diritti edificatori.

 

 

La restante superficie fondiaria è destinata ad eventuali necessità future di ampliamento produttivo o di collocazione di altre attività attinenti ai due Gruppi. L’insediamento prevede l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili e impianti ad alta efficienza energetica con l’obiettivo del raggiungimento di un bilancio di autosufficienza energetica, nell’ottica di una sostenibilità ambientale. Fare massa critica in termini di fatturato, innovare prodotti e processi grazie a indispensabili sinergie: ecco gli obiettivi principali di questo nuovo progetto che vede la sigla di IMA e SACMI, due grandi attori del packaging, già leader nei rispettivi rami di business. Un’alleanza che rappresenta un salto di qualità per il territorio e per l’intera industria manifatturiera regionale.

 

 

“Si tratta di un importante progetto di valorizzazione del territorio dal punto di vista produttivo e occupazionale – afferma Alberto Vacchi, presidente e amministratore delegato di Ima – Dopo tre anni di successi conseguiti dalla joint-venture con SACMI nel settore del cioccolato, abbiamo deciso di creare insieme anche un’ampia struttura produttiva. Questo nuovo progetto consoliderà ulteriormente l’alleanza IMA-SACMI, in vista delle sfide future.”

 

 

“Il progetto immobiliare di Tolara, frazione di Ozzano dell’ Emilia – aggiunge Paolo Mongardi, presidente SACMI – sancisce una partnership tra SACMI e IMA iniziata con profitto alcuni anni fa. Le due aziende rappresentano eccellenze manifatturiere nei rispettivi settori di business che insieme possono realizzare nuovi progetti con conseguenti investimenti e posti di lavoro. Il nostro territorio, la “Packaging Valley”, che si sviluppa lungo la via Emilia ha tutte le carte in regola per competere con gli stati internazionali più avanzati perché ha competenze professionali elevate nella meccatronica grazie sia alle scuole tecniche che alla tradizione delle aziende presenti, compresa la subfornitura artigianale. In questo momento in cui ci auguriamo che l’economia italiana riparta è fondamentale localizzare nuove produzioni per rilanciare il nostro paese. Negli ultimi anni di crisi SACMI ha aumentato la quota di export oltre il 90 per cento del fatturato e ha realizzato investimenti sia in ricerca e sviluppo che in immobili e attrezzature produttive, mantenendo la mission aziendale cooperativa che privilegia l’attenzione alle maestranze e al territorio che si concretizza in attività mutualistiche di vario tipo e nella creazione di nuove opportunità di lavoro”.

 

 

“E’ davvero con grande soddisfazione che l’amministrazione comunale abbia approvato con larga maggioranza, in Consiglio Comunale, il piano Urbanistico relativo allo sviluppo industriale delle aziende IMA e SACMI – conclude Loretta Masotti, Sindaco Comune di Ozzano dell’Emilia – che rappresentano, per la nostra comunità, un volano importantissimo che speriamo coinvolga anche tutto l’indotto del nostro comparto industriale ed artigiano. L’Amministrazione comunale tutta e’ orgogliosa del fatto che queste due importantissime aziende conosciute a livello mondiale abbiamo scelto Ozzano per questo nuovo e importante progetto di partnership industriale che, ci auguriamo tutti, sia foriero di futuri successi lavorativi”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet